Il materiale per il disegno tecnico

La scuola è iniziata e si scatena la corsa all’acquisto del materiale necessario per le diverse discipline. Non è raro vedere in questi giorni  le cartolibrerie invase di studenti pronti ad acquistare tutto ciò che è necessario per essere pronti all’avvio del nuovo anno scolastico. Cosa dovrò comprare per il corso di Tecnologie e tecniche di  rappresentazione grafica?

Questa pagina nasce con l’intento di supportare l’acquisto del materiale didattico in modo da rendere più semplice e chiara la scelta. Ovviamente, ciò che è stato acquistato per il corso di Tecnologia alle scuole secondarie di primo grado potrà essere riutilizzato, a condizione che sia ancora in buono stato.

Di seguito è riportato un sommario del materiale da acquistare per l’attività pratica del corso di Tecnologia e tecnica di rappresentazione grafica. Nella pagina “Download” è reso disponibile un elenco in formato stampabile.

Ad ogni elemento è associata una breve descrizione, un’immagine di riferimento e il link con un approfondimento tecnico dove disponibile.

Sommario

L’album da disegno è il supporto impiegato in tutti gli ambiti del disegno tecnico e geometrico. In commercio sono disponibili di diversi formati e grammatura (pesantezza). La grammatura è un termine tecnico usato nel campo della tipografia che determina la “consistenza” del foglio di carta. Tecnicamente la grammatura viene definita come “il peso di un foglio di carta di un metro quadro di superficie”.

Per il corso si consiglia l’acquisto di un album da disegno formato F4 di dimensione 24x33cm, con fogli riquadrati lisci, non a strappo, aventi grammatura 220 gr/m2.

La matita da disegno è un bastoncino di legno, spesso a sezione esagonale, con una mina di grafite alloggiata al centro. Esiste un tipo particolare di matita chiamato portamine, costituito da una struttura in plastica o altro materiale, contenente una serie di sottili mine di grafite che si differenziano per grandezza (0.5mm, 0.7mm, 0.9mm, ecc.). Premendo il pulsante all’estremità del portamine, viene fatta fuoriuscire una mina. In questo modo non è più necessario far aguzzare la mina. Le matite da disegno si differenziano in 22 tipologie a seconda della durezza della mina: EE (morbidissima), EB, 9B, 8B, 7B, 6B, 5B, 4B, 3B, 2B, B, HB (media), F, H, 2H, 3H, 4H, 5H, 6H, 7H, 8H, 9H (durissima). Le matite più morbide permettono di ottenere un segno di colore nero intenso, mentre quelle più dure garantiscono un segno meno scuro ma più preciso.

Per il corso si consiglia l’acquisto di due matite o del portamine 0.5mm con mina HB (o 2B) e 2H.

La riga è uno strumento antico, utilizzato sin dall’albore dei tempi per la tracciatura di linee rette e per la misurazione. La riga poteva essere libera o fissata al supporto da disegno, ma in ogni caso era lo strumento di riferimento per l’allineamento del foglio e delle squadrette.

I materiali più impiegati sono stati il legno, il metallo (ferro o bronzo), l’avorio e l’osso; dalla fine dell’800 si impiegarono anche la celluloide, successivamente l’alluminio e, dalla metà del ‘900, l’acrilico (sostanza sintetica e trasparente).

La riga prende il nome di righello quando la sua lunghezza non supera i 30 centimetri.

Per il corso si consiglia l’acquisto di una riga da 50cm di lunghezza  o in alternativa da 60cm.

Le squadre sono strumenti utilizzati per disegnare, tracciare e progettare. Hanno forma triangolare e vengono utilizzate normalmente in coppia. Si distinguono in due tipologie:

– squadra scalena, nella quale l’ipotenusa forma con i cateti angoli di 30° e 60°;

– squadra isoscele, nella quale l’ipotenusa forma con i cateti due angoli uguali di 45°.

Possono essere realizzate in materiali diversi: plastica, legno, metallo. Pur essendo più resistenti quelle in metallo, la scelta ideale è quella in plastica. Infatti, il plexiglass trasparente di cui sono fatte, pur garantendo una certa resistenza, permette di vedere quello che sta sotto mentre si disegna. Quelle in legno, ormai obsolete sono facilmente soggette alla deformazione per umidità.

Per il corso si consiglia l’acquisto di una squadra scalena di lunghezza 31 cm circa e di una squadra isoscele di lunghezza 23 cm circa, preferibilmente in plexiglass trasparente.

Il goniometro è uno strumento per la misurazione degli angoli. Nella sua tipologia più semplice è costituito da un cerchio (o semicerchio) graduato, normalmente in scala sessagesimale (0÷180° o 0÷360°) o in scala centesimale (0÷200° o 0÷400°) per essere utilizzati in ambito topografico.

Per il corso si consiglia l’acquisto del goniometro a cerchio con doppia scala graduata: in gradi sessagesimali e centesimali.

1525706531

Il compasso è uno strumento geometrico da disegno antichissimo. E’ formato da due aste, solitamente di uguale lunghezza, articolate nella parte alta tramite un semplice sistema a vite. Alla base delle due aste, qualche volta allungabili, sono fissati strumenti tecnici diversi in funzione di quello che bisogna realizzare.

Il balaustrone è un’evoluzione del compasso. Oltre alle due aste formate grossomodo come quelle del compasso, possiede una vite con rotellina al centro che serve alla regolazione dell’apertura.

Per il corso si consiglia l’acquisto del balaustrone, in quanto le aste fisse e la rotellina per la regolazione dell’apertura lo rendono estremamente preciso e più facile da utilizzare.

images

Il normografo è un particolare strumento tecnico, utilizzato dai disegnatori, soprattutto geometri e architetti, per la realizzazione di speciali caratteri tipografici e non. Si tratta di un righello di plastica o di altro materiale su cui sono intagliati dei caratteri alfa-numerici o simbologie speciali ad esempio cerchi (cerchiografo), quadrati (quadrografo), ecc., che aiutavano il disegnatore a tracciare simboli e caratteri con precisione sui disegni.

Per il corso si consiglia l’acquisto di un normografo con caratteri ad altezza 5mm.

La gomma per cancellare è uno strumento di cancelleria in gomma, naturale o sintetica, atto a rimuovere meccanicamente inchiostri o tracce di grafite da supporti di scrittura o disegno. Si divide in più tipi, dipendentemente dal tipo di tratto da rimuovere: gommapane, a mescola morbidissima, per disegno a carboncino o matita morbida; per matita, a mescola morbida di colore bianco; per penna, a mescola dura, abrasiva; a rondella ottagonale, per macchine per scrivere, estremamente abrasiva.

 Per il corso si consiglia l’acquisto della gomma da cancellare a mescola morbida di colore bianco.

Gomma4

Il temperamatite è un oggetto di cancelleria molto comune, realizzato in acciaio, ferro, plastica o altri materiali. La sua funzione è appuntire le matite, affinché queste possano scrivere.

Esistono vari tipi di temperini manuali, e tra questi: quello a doppio foro, che permette di temperare matite di due dimensioni diverse; quello a foro singolo, per una sola dimensione di matita; quelli con serbatoio che permettono di raccogliere i trucioli di legno e la grafite eliminata.

Per il corso si consiglia l’acquisto del temperamatite con serbatoio (se utilizzate la matita per disegnare).

Temperamatite con serbat

Il raschietto è un utensile usato nel’ambito del disegno tecnico per affilare la punta alle mine del compasso. Oltre alla tradizionale temperamine è sempre valida la carta smerigliata a grana fine o finissima. Altri tipi di dispositivi sono la campana e il girello.

Lo scotch, o nastro adesivo, è uno strumento che troviamo sempre nel mondo del disegno. Ha la funzione di fissare i fogli al piano di lavoro, al fine di poter utilizzare riga e squadrette in modo preciso.

Per il corso si consiglia l’acquisto dello scotch di carta (altezza 10-12mm), perché si stacca con maggiore facilità e senza strappare il foglio.

Nastro adesivo

La  cartella è un contenitore tipicamente in plastica, utilizzato per la raccolta di documenti e materiale cartaceo vario. È richiudibile per mezzo di un bottone a cerniera o per mezzo di un elastico. Le sue dimensioni dipendono dalle dimensioni del materiale che deve contenere.

Per il corso di consiglia l’acquisto di una cartella di dimensione 30 x 40 cm o più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *